#Industrial: tra materiali di recupero, linee essenziali e grandi icone

Lo stile industriale prende vita negli anni 50 a New York: i vecchi uffici, le fabbriche e gli spazi di lavoro inutilizzati cominciano ad essere recuperati e sistemati dando vita a degli accoglienti spazi abitativi, ampi e luminosi, davvero unici ed originali!

E così, piano piano, questo stile comincia a prendere piede nelle metropoli, per poi arrivare anche nelle piccole realtà locali.

1

Chi vuole una casa orientata sullo stile industriale è bene che parta da un’intelligente scelta degli spazi: i più adatti sono i loft o gli open space, perché essendo ariosi e con pochi ingombri ricordano alla perfezioni i vecchi spazi industriali.

Il design è molto minimal ed è caratterizzato da linee sobrie ed essenziali, gli arredi sono funzionali ma molto basic, fatti di materiali resistenti e facilmente inseribili nelle varie stanze della casa. Un elemento immancabile nell’arredamento in stile industriale è sicuramente la presenza di pareti grezze o con mattoni a vista.

Il tocco finale viene dato dalla scelta dei pezzi d’arredamento perfetti, il must in questo caso sono gli oggetti vintage o di recupero.

2

La nascita di questo stile così particolare si può ricollocare ad un periodo di innovazione e ricerca, durante il quale è bene evidenziare la presenza di grandi personaggi come Andy Wharol e Charlie Chaplin, ma anche di grandi invenzioni come la sedia Barcelona di Ludwig Mies van der Rohe.

Abbiamo deciso di rappresentare nei nostri zerbini tutti gli elementi più iconici di questo stile, per portare sulle vostre case un tocco #industrial.

Ti aspettiamo sulla nostra pagina Instagram e su Facebook per farti scoprire tutte le nostre proposte!